I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy. 

BORSE DI PLASTICA: PER RIASSUMERE

 
09-01-2018
BORSE DI PLASTICA: PER RIASSUMERE
Viste le imprecisioni che spesso riscontriamo leggendo informazioni provenienti dalle fonti più disparate, di seguito forniamo un breve riassunto delle tipologie di borse di plastica che è possibile fornire ai consumatori e delle modalità di cessione.
 
1)   Borse di plastica riutilizzabili
borse di plastica riutilizzabili con maniglia esterna alla dimensione utile del sacco:
- con spessore della singola parete superiore a 200 micron e contenenti una percentuale di plastica riciclata di almeno il 30 per cento fornite, come imballaggio per il trasporto, in esercizi che commercializzano generi alimentari;
- con spessore della singola parete superiore a 100 micron e contenenti una percentuale di plastica riciclata di almeno il 10 per cento fornite, come imballaggio per il trasporto, in esercizi che commercializzano esclusivamente merci e prodotti diversi dai generi alimentari;
borse di plastica riutilizzabili con maniglia interna alla dimensione utile del sacco:
- con spessore della singola parete superiore a 100 micron e contenenti una percentuale di plastica riciclata di almeno il 30 per cento fornite, come imballaggio per il trasporto, in esercizi che commercializzano generi alimentari;
- con spessore della singola parete superiore a 60 micron e contenenti una percentuale di plastica riciclata di almeno il 10 per cento fornite, come imballaggio per il trasporto, in esercizi che commercializzano esclusivamente merci e prodotti diversi dai generi alimentari;
 
2)   Borse di plastica monouso "leggere", biodegradabili e compostabili, certificate da organismi accreditati e rispondenti ai requisiti di biodegradabilità e di compostabilità;
 
3)   Borse di plastica monouso "ultraleggere", biodegradabili e compostabili di spessore inferiore a 15 micron, realizzate con almeno il 40% di materia prima rinnovabile, ai fini di igiene fornite come imballaggio primario per alimenti sfusi, come frutta, verdura ed altri alimenti che non siano già stati preincartati dal produttore.
 
OBBLIGO DI FAR PAGARE TUTTE LE BORSE DI PLASTICA AMMESSE AL COMMERCIO
 Tutte le borse di plastica consentite "non possono essere distribuite a titolo gratuito e, a tal fine, il prezzo di vendita per singola unità deve risultare dallo scontrino o fattura d'acquisto delle merci o dei prodotti…".
Relativamente alle sole borse di plastica monouso ultraleggere, il Ministero dello sviluppo Economico ha recentemente chiarito che cedere al cliente questa tipologia di borse di plastica ad un prezzo inferiore a quello di acquisto non viola la normativa in materia di vendite sottocosto.
 
UTILIZZO DI BORSE PORTATE DALL'ESTERNO PER ASPORTO PRODOTTI SFUSI
Il Ministero dell'Ambiente ritiene che sul punto la competenza a valutarne la legittimità e la conformità alle normative igienico-alimentari spetti al Ministero della Salute. Lo stesso Dicastero, allo stato, è orientato (dichiarazioni del Segretario generale del Ministero rilasciate all'Ansa) a consentire l'utilizzo di sacchetti di plastica monouso, già in possesso della clientela, che però rispondano ai criteri previsti dalla normativa sui materiali destinati a venire a contatto con gli alimenti. Tali sacchetti dovranno risultare non utilizzati in precedenza e rispondenti a criteri igienici che gli esercizi commerciali potranno definire in apposita segnaletica e verificare, stante la responsabilità di garantire l'igiene e la sicurezza delle attrezzature presenti nell'esercizio e degli alimenti venduti alla clientela.
 
SCORTE DI BORSE NON CONFORMI
Non è prevista alcuna possibilità di smaltire scorte di borse non conformi.
 
SANZIONI
Cedere borse di plastica non conformi, cedere borse di plastica conformi ma senza farle pagare comporta sanzioni da 2.500 a 25.000 euro.

E' importante, quindi, che chi cede tali borse di plastica si accerti della conformità delle stesse già al momento dell'acquisto, anche facendo firmare al proprio fornitore una dichiarazione – come quella suggerita da Confcommercio nazionale – che attesti la rispondenza dei sacchetti alle norme di legge; altri materiali utili sono poi una miniguida su come riconoscere il sacchetto commercializzabile e un opuscolo illustrato redatto in collaborazione con ASSOBIOPLASTICHE.
 
Tutti questi materiali sono scaricabili cliccando sui link forniti di seguito:

-miniguida come riconoscere i sacchetti conformi

- opuscolo Assobioplastiche

- facsimile dichiarazione conformità fornitore





Rassegna Stampa

Formazione

LA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO-Formazione obbligatoria per il personale dipendente

DURATA PERIODO DI
SVOLGIMENTO
8 ore 01-02-2018 01-02-2018

CORSO DI AGGIORNAMENTO: LA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

DURATA PERIODO DI
SVOLGIMENTO
6 ore 01-02-2018 01-02-2018

AGGIORNAMENTO PRONTO SOCCORSO (durata 4ore)

DURATA PERIODO DI
SVOLGIMENTO
4 ore 21-02-2018 21-02-2018

CORSO DI AGGIORNAMENTO: LA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

DURATA PERIODO DI
SVOLGIMENTO
6 ore 22-02-2018 22-02-2018

CORSO SULLA FORMAZIONE DEGLI OPERATORI ADDETTI A CONDUZIONE DI CARRELLI ELEVATORI

DURATA PERIODO DI
SVOLGIMENTO
12 ore 26-02-2018 12-03-2018

gli eventi in programma

VENTO

01-10-2017 - 05-11-2017
Sale Mostre Confcommercio Ascom Lugo
CONFCOMMERCIO ASCOM LUGO E BANCA DI CREDITO COOPERATIVO: Il primo appuntamento con la rassegna Ascom Arte 2017/2018 ROBERTA ZAMBONI: Vento VERNICE ALLE ORE 17.30 DI DOMENICA 1 OTTOBRE 2017
LOGIN